Lettera ad un giornalista

Posted on marzo 24, 2010. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , |

Che gli italiani fossero un popolo di scrittori non è poi una grande scoperta. Lo sanno bene gli editori che ogni anno ricevono migliaia di romanzi inediti. Scoprire che nell’era degli sms e delle e-mail il piacere della scrittura tradizionale sia capace di riscuotere ancora successo, è invece qualcosa per cui vale la pena stupirsi.

Le Librerie Lovat quindi ci riprovano e, per il sesto anno di seguito, presentano “Il Festival delle Lettere“, la prima manifestazione italiana dedicata alla scrittura in carta, penna e francobollo organizzata dall’associazione culturale 365 Gradi.

Fino al 15 maggio sarà possibile “spedire” le lettere inserendole nei totem installati presso le Librerie Lovat di tutto il Veneto, ovvero  Villorba, Padova e Trieste.

Il progetto nasce nel 2004 per vedere la sua prima edizione nel 2005.

Ogni tappa un tema principale: 

2005 – Caro Nemico

2006 – Lettera a “Dio”

2007 – Lettera al Genio della lampada

2008 – Lettera a un bugiardo

2009 – Lettera a uno straniero

L’edizione in corso ha come tema: …. Lettera ad un giornalista…. !!!! Potevo non segnalarlo?

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Electroblog 2008

Posted on settembre 25, 2008. Filed under: Musica | Tag:, , , , , |

Negli ultimi anni ciò che ruota attorno alla parola elettronica  è divenuto un fenomeno sociale con un fortissimo potere di aggregazione non solo giovanile. Insomma un fenomeno di massa.

E’ in quest’ottica che si è sviluppata la terza edizione di Electroblog a Trieste, festival di cultura elettronica ed arte digitale.

L’anno scorso la rassegna aveva fatto il pienone:  10 mila presenze nei tre giorni di programmazione. Quest’anno, di fatto, tra il 18 e il 20 settembre, ha replicato il successo.  

Punto di forza di questa iniziativa (e mentre lo dico sottolineo che Trieste si riconferma in ogni occasione una fucina di idee più di ogni altra città del Nordest)  sono le location destinate ad accogliere il festival: luoghi non convenzionali come i vecchio magazzini del Porto, o come gli stabilimenti balneari in disuso.

Fascino retrò, o melò, associatoi ad una musica che ti perfora timpani e anima.

Gli artisti presenti erano 26. Io non li conosco benissimo ma i soliti ben informati mi dicono che è meglio citare gli inglesi The ORB, lo statunitense Carl Craig e il giovane prodigio Nathan Fake.

Per capire un po’ di più quel che è successo segnalo: www.myspace.com/electroblogfestival

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

Quelli che … la Mostra? – PART 1

Posted on settembre 6, 2008. Filed under: Cinema | Tag:, , , , , |

ovvero: la vita da festival di giornalisti, affini & curiosi secondo una giornalista fanfarona e smargiassa (chi becca la citazione passi in redazione che lo sposo… e se è una donna le pago un caffè) .

VERSO IL LIDO_ I lidensi non si offendano, ma raggiungere il Lido è sempre un’impresa: quasi un viaggio ermeneutico dentro la laguna, le dimensioni spazio-temporali parallele dell’ACTV, passando per le FFSS. Quindi, nell’avventura del festival, va preso in cosiderazione anche questo “andare verso” che spesso è fatale.

Una delle fermate del trenino locale Padova-Venezia... forse Pianiga?

Una delle fermate del trenino locale Padova-Venezia... forse Pianiga?

Narcisismo sulla Linea 2 verso il Lido - forse Santa Marta?

Narcisismo sulla Linea 2 verso il Lido - forse Santa Marta?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ARRIVO_ Alla fine in un modo o nell’altro al Lido ci si arriva. Scesi dal vaporetto ci sono i bus speciali che ogni 3 minuti vi portano alla Mostra. Perchè la “Zona Mostra” non è, come molti erroneamente credono, nel centro del Lido ma sul lungomare. Oppure se siete fortunati potete prendere da Venezia il vaporetto speciale per la mostra che vi porta al Casino, direttamente, come ho fatto io. 

LA GIORNATA TIPO_ Come si svolge la giornata tipo di un giornalista (televisivo) al Lido? Più o meno così:

Ore 7.45 - Arrivo al baretto dei Giardini del Casinò.Taaanto sonno.

Ore 7.45 - Arrivo al baretto dei Giardini del Casinò.Taaanto sonno.

cappuccino gusto fiele in bicchiere di plastica piccolo e tante brioches consolatorie (meglio se alla crema)

Ore 8 - Colazione: cappuccino gusto fiele in bicchiere di plastica piccolo e tante brioches consolatorie (meglio se alla crema)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

inizia la giornata di lavoro

Ore 8.15 - Il Casinò è ancora deserto: inizia la giornata di lavoro

 

giretto ispettivo per controllare che i leoni siano sempre al loro posto

Ore 8.20 - Palazzo del Cinema: giretto ispettivo per controllare che i leoni siano sempre al loro posto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

i leoni di Ferretti sono ancora al loro posto

Ore 8.21 - Verificato: i leoni di Ferretti sono ancora al loro posto

 

Il Muro dei Fan sul red carpet

Il Muro dei Fan sul red carpet

 

 

 

 

 

 

 

 

particolare del muro dei fan

particolare del muro dei fan

 

Ore 8.25 - La postazione satellitare di Coming Soon

Ore 8.25 - La postazione satellitare di Coming Soon

 

 

 

 

 

 

 

 

Ore 8.30 - Hotel Excelsior orientaleggiante e maestoso (esterno)

Ore 8.30 - Hotel Excelsior orientaleggiante e maestoso (esterno)

 

Ore 8.30 - Hotel Excelsior (interno stile Shining... del resto è veramente così!)

Ore 8.30 - Hotel Excelsior (interno stile Shining... del resto è veramente così!)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ore 8.40 - Ultimi minuti prima della prima diretta del giorno per Sky

Ore 8.40 - Ultimi minuti prima della prima diretta del giorno per Sky

 

Ore 8.45 - Diretta Sky dal festival (si ringrazia per la disponibilità l'up link)

Ore 8.45 - Diretta Sky dal festival (si ringrazia per la disponibilità l

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ore 9.30 - Relax alla postazione Up Link di EBU

Ore 9.30 - Relax alla postazione Up Link di EBU

Ore 11 - Giornaliste al lavoro

Ore 11 - Giornaliste al lavoro

 

 

 

 

 

 

 

 

– – – TO BE CONTINUED – – –

 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Un Pontiggia bilanciato sul festival

Posted on settembre 4, 2008. Filed under: Cinema | Tag:, , , , , |

Quasi allo scadere della mezzanotte ma… è arrivato.

Quindi onore al Pontiggia che ha ritrovato noi, questo Blog e se stesso.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

L’Europa dei documentari in 25 film

Posted on giugno 29, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , |

Ho scelto la salamandra del fuoco per scrivere con questo caldo, nella speranza che mi aiuti a far muovere le dita sulla tastiera…

Di ritorno da Ohrid, dove alla fine mi hanno fatto Presidente della Giuria (con grande imbarazzo da parte mia ma estrema soddisfazione da parte loro che così hanno potuto sbolognarmi tutte le responsabilità decisionali, soprattutto quelle più politicamente scomode) posso solo dire che, come al solito, i Balcani mi hanno stupito.

Eco Festival, una kermesse che sulla carta può sembrare un rigurgito ecologista di sensibilità ambientaliste anni ’80,  è stato alla fine di tutto interessante: ci hanno chiuso nel “Centro della Cultura” – ogni paese dell’ex Yugoslavia ne ha uno -, hanno tirato un lenzuolo a metà della sala del teatro e ci hanno sparato contro il fascio di luce di un proiettore, poi, in modo squinternato, la maratona è cominciata.  

Con i sottotitoli che saltavano, con i colori sballati, con le bestemmie dei tecnici, il buio in sala, alla fine siamo riusciti ad arrivare al termine delle proiezioni. Erano 5 i premi da assegnare, a me hanno affidato in competa autonomia la scelta del Gran Prix della Giuria e della Miglior Sceneggiatura.

Per il Gran Prix della Giuria ho scelto “The Meadow”, una produzione tedesca che ha raccontato la storia dei prati dalla preistoria ad oggi. Tutto girato in HD con lenti speciali, le SFX. Praticamente la nuova versione di Microcosmos, per chi se lo ricorda. 

Il Premio alla Sceneggiatura l’ha meritato una coproduzione italo-ceca “Peace with seals”, in cui la storia di alcune colonie di foche monache si compenetra con quella dell’Uomo e in cui il parallelo tra i vari esseri viventi è vissuto come in un sogno che parte da Praga e arriva fino in Sardegna.

Gli altri premi? Miglior Regia ad un documentario rumeno sul problema delle miniere d’oro a Rusia Montana, Miglior Immagine ad un favoloso documentario francese su una scoperta botanica in Africa e Miglior Montaggio ad un mediocre documentario Macedone (ma del resto qualche premio bisognava pur darglielo) sul delicato ecosistema del Lago di Ohrid. 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Il Veneto un po’ stile Obelix di Venigallia

Posted on maggio 20, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , |

La pioggia incessante di queste ore ha rovinato il festival celtico più importante del Veneto. Una iniziativa  simpatica – E A-POLITICA, RIPETIAMOLO – che da un po’ di anni a questa parte coinvolge un sacco di nostalgici, curiosi e appassionati del mondo del Signore degli Anelli.

Un mondo che, in un qualche modo, di sfuggita, ha toccato anche l’area veneta dove, centinaia di anni fa, gli antichi abitanti di queste terre effettivamente si (s)contrarono con i famosi Celti. 

Un’associazione vicentina (di Montecchio Maggiore) si è occupata di far rivivere la mistica atmosfera dei Druidi in una 3 giorni di “sagra allargata” – ma il titolo ufficiale dell0’iniziativa è VENIGALLIA – dove a divertirsi sono soprattutto i bambini (più o meno cresciuti).

Purtroppo quest’anno 3 giorni su 3 sono stati completamente rovinati dalle alluvioni che hanno messo in difficoltà la fascia pre-alpina e praticamente la manifestazione è saltata… peccato… io e il mio collega Lorenzo avevamo pianificato di andarci a bere un po’ di Idromele….

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Très Courts

Posted on maggio 13, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , , , , |

di Timoteo Frammartino

Dopo una selezione di un anno tra tutta la migliore produzione di cortometraggi a livello mondiale la scorsa settimana ha preso inizio il Decimo Festival Internazionale di Très Court.

Allego delucidazioni; innanzitutto il nome che già si spiega da solo(se considerate che l’unico requisito per partecipare alle selezioni sta nel proporre un corto su pellicola o digitale di durata non superiore ai 3 minuti). Poi consideriamo che la qualità delle opere presenti in gara è altissima (se volete vederne un esempio cliccate qui, ma sbrigatevi, per motivi di copyrights non saranno sempre on line!). In terza istanza i premi e la giuria di qualità che negli anni passati ha avuto presidenti illustri(uno su tutti il grande Moebius), nonchè la possibilità non dappoco di poter votare il proprio corto preferito in sala.

No, non è necessario andare a Parigi per goderselo, dato che l’altra caratteristica di questo festival sta nel fatto di andare in contemporanea(o quasi) nella belezza di 74 città in tutto il mondo.

Personalmente(non sono Giulia, lei tornerà non appena riuscirà a liberarsi dallo stanzino in cui l’ho chiusa, e non sarà tanto presto) ho seguito il festival a Vicenza, organizzato dalla casa di produzione indipendente Esperimentocinema e da Jeko.tv, presso il Cinema Primavera, una bella scoperta, dato che si tratta di una delle poche sale in Italia già attrezzate con un proiettore digtale a 2k e un ottimo impianto audio. L’ evento è stato di buon successo, tenendo conto che andava scontrandosi con il mostro sacro di Vicenza Jazz, tant’è che questi tre loschi soggetti preannunciano almeno altri due eventi simili per il prossimo Autunno.

So quasi per certo che entro questo fine settimana Padova proporrà con perfetto tempismo questo evento “in differita” rispetto alle altre città, per chi di voi che se lo fosse perso: VOTATE KAT-MAN-DO!

Per chi invece non volesse spostarsi da casa segnalo una intera sezione speciale di Dailymotion dedicato all’Around Trés Courts .

Buona Veduta!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Un mare di cortometraggi

Posted on marzo 6, 2008. Filed under: Cinema | Tag:, , , , , , |

Il festival dei festival dei cortometraggi ha sede a Trieste e si chiama Maremetraggio. Un giorno qualunque di ottobre ho deciso che dovevo andare a verificare di persona come era nato e perchè. Mi sembrava di essere in un film: ho parcheggiato in Piazza Italia e, girato l’angolo, mi sono imbattuta in un edificio un po’ strano, un po’ decadente, un po’ vecchio, moltro triestino insomma. Al primo piano mi aspettavano loro, il Presidente e il Direttore Artistico.

Surprise surprise. Tutte donne! Intelligenti, interessanti. Non solo: molto belle. Il feeling è stato immediato e, credo, reciproco. Oltre alle interviste ne è nato un accordo di consulenza artistica, il primo della mia carriera.

Venti cortometraggi per un anno di “6 X 1”. Cortometragi da premio.

Purtroppo non posso mostrarveli nel Blog, poichè ho firmato un’esclusiva che limita la messa in onda alla sola televisione, l’unica cosa che posso fare è invitarvi al Festival, che si tiene a Trieste ogni anno, la prima settimana di luglio.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Un festival a Conegliano

Posted on marzo 5, 2008. Filed under: Cinema | Tag:, , , , , , , |

… ovvero Antennacinema.

Nel mio lavoro, nella mia carriera, tutto è cominciato da Antennacinema. Ero una studentessa e l’unica opportunità per uscire dal mondo accademico – da una serie di corsi interessanti ma poco pratici – è stato appunto il collegamento con questa “entità” che ha avuto sempre l’ardire di avvicinarsi ai giovani senza aspettare che i giovani si avvicinassero a lei.

In poche parole Antennacinema è stato il “la”, l’opportunità che mancava ad una Giulia appena ventenne per entrare in contatto con l’universo dei mass media.

Il resto è presto detto. Antennacinema non è festival che ha bisogno di presentazioni. E’ una realtà piccola, certamente, ma stabile e solida come la roccia. Ha una sua identità forte e legata al territorio ma allo stesso tempo, ogni anno, sposta i suoi occhi su un tema, una nazione, una forma d’arte sempre diversa. Quest’anno è toccato all’Africa e al suo cinema sconosciuto, anni fa, mi ricordo, era Sam Peckinpack.  

C’è stato un tentativo – risale a circa 10 anni fa – di portare Antennacinema a Padova. Ma, nonostante l’univesrità è un vacino ideale di pubblico molto molto vasto, alla fine non ha funzionato. Si vede che era destino che Antennacinema fosse il festival di Conegliano.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La fiera delle parole

Posted on febbraio 19, 2008. Filed under: Iniziative, Letteratura | Tag:, , , , , |

In dialetto veneto si dice “de Rovigo no me intrigo”, nel senso che è meglio non immischiarsi di quanto avviene a Rovigo. 

Un detto che al giorno d’oggi suona strano dal momento che a Rovigo – e lo dico senza timore d’offesa – non succede mai niente.

Per fortuna c’è qualche anima coraggiosa che invece su Rovigo ha voluto scommettere, mettendo fine al circolo vizioso che vuole il Polesine fuori dai circuiti culturali che contano.

Sono felice che quest’anima appartenga ad una donna e che abbia saputo far gravitare a Rovigo, in 4 memorabili giornate d’ottobre, tutta una serie di personaggi da fare invidia al festival della letteratura di Mantova…

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...