“IDOLI” A MIRA

Posted on gennaio 21, 2012. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , , , , |

Nel teatro del terzo millennio i vizi – come le virtù – sono di massa. Almeno questa è la teoria che sta alla base di una proposta teatrale singolare, in scena al teatro Villa dei Leoni di Mira proprio questa sera (ore 12.00, 13€). Se una volta c’erano l’ira, l’accidia, la gelosia oggi questi vizi si allargano alla società, arrivando a deformare comportamenti, a dettare regole diverse, a creare nuovi “idoli”. “IDOLI” è il titolo dell’ultimo lavoro della giovane compagnia Carrozzeria Orfeo (già Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti) che con questo testo è risultato finalista al “Premio Hystrio per la Nuova Drammaturgia 2011”.

Lo spettacolo di questa sera prende l’ispirazione da “I vizi capitali e i nuovi vizi”, di Umberto Galimberti, che indaga le nuove tendenze psicopatologiche dell’era postmoderna in cui, appunto i nuovi vizi sono collettivi e si chiamano per esempio consumismo, conformismo, sessomania, sociopatia, culto del vuoto, spudoratezza, nichilismo, diniego.

Per raccontarli, Carrozzeria Orfeo intreccia due storie diverse, quella di due ragazzi da una parte e quella di una famiglia  dall’altra, entrambi manifesto delle contraddizioni, grottesche e comiche, della vita quotidiana.

Come sempre il consiglio è di guardarsi anche attorno: Villa dei Leoni è un posto magico. Se non vi fermate per lo spettacolo, fate almeno una passeggiata nel Parco.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Il teatro, uno spazio da vivere assieme ad Alessandro Gassman

Posted on marzo 31, 2010. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , , , |

Carissimi lettori, ma soprattutto carissime lettrici,

poche righe anche oggi per informarvi che questo pomeriggio, a partire dalle 17.30  sono al Foyer del Teatro Comunale di Vicenza  assieme ad Alessandro Gassman e alla sua Compagnia per presentare a tutti coloro che vorranno intervenire lo spettacolo “Roman e il suo Cucciolo” nella sua prima tappa veneta.

A quattro anni dal suo primo spettacolo come regista con due storie di grande successo, La forza dell’abitudine” di Thomas Bernard e La parola ai giurati” di Reginald Rose, Alessandro Gassman porta sulla scena questo spettacolo, tratto da Cuba & His Teddy Bear di Reinaldo Povod, un testo contemporaneo che ha esordito con grande successo nel 1986 a New York, protagonisti Robert De Niro e Ralph Macchio.

La  vicenda si basa sul rapporto irrisolto fra un padre semianalfabeta, spacciatore di droga, nevrotico, e un figlio adolescente, apparentemente schiacciato dall’autorità paterna, che vuole emanciparsi attraverso lo studio ma che nasconde al padre le sue illusorie prospettive di vita e la progressiva dipendenza dall’eroina.  Un rapporto difficile di un uomo disposto a tutto pur di far soldi per garantire al figlio un futuro diverso dal suo e di un ragazzo consapevole del fatto che il padre potrà, a suo modo, amarlo ma non riuscirà mai a capirlo.

Gassman non è nuovo alla scelta di temi forti:ieri la pena di morte, oggi la sensibilizzazione del pubblico al problema della droga, un tema di drammatica attualità che si intreccia con la vita di tanti immigrati.

E proprio questa voglia di raccontare, di condividere e far riflettere è alla base dell’incontro informale che avviene oggi pomeriggio a Vicenza.

Venite!!!!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

BASE PER ALTEZZA DIVISO DUE

Posted on marzo 26, 2010. Filed under: Rassegne, Teatro | Tag:, , , , , , |

Segnalo questo appuntamento perché le due protagoniste mi fanno letteralmente “morire”.

Termina domani con Katia e Valeria, la programmazione della Stagione Teatrale 2009-2010 della Città di San Donà di Piave.
 “Base per altezza diviso due” il nome dello spettacolo che stanno portando in giro per l’Italia e che domani, alle 21 approda appunto all’Auditorium da Vinci di San Donà.

Katia e Valeria propongono i personaggi che hanno segnato la loro carriera: le due svogliate collegiali, le finaliste di Miss Italia, ricreando l’autentica atmosfera che si respira al concorso di bellezza.
Katiana e Valeriana, due corteggiatrici “svarionate” che tentano di conquistare il tronista di turno e alcune proposte inedite, fra cui l’esilarante sketch delle “zitelle”.  

Imperdibili, fantastiche e incontenibili! Purtroppo il teatro è già tutto esaurito quindi… almeno per quanto mi riguarda sarà per un’altra volta…

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La nicchia del Celestini

Posted on giugno 4, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , |

Ascanio, figura sublime nel vuoto pneumatico che ci circonda. E’ la versione in scala romana di Marco Paolini, con un supplemento di proletarietà in più, anche se è una qualificazione che non esiste.

Ha tutto quello che, secondo me dovrebbe avere un artista: è impegnato (mentre tanti suoi colleghi o lo sono per finta o ritengono di essere superiori al loro ruolo pubblico), è sempre disponibile, è modesto e disposto a mettersi in gioco continuamente.

Io trovo affascinante, a proposito, che sia anni che porti in giro questo spettacolo sulla lotta di classe (approdato per fortuna anche a Nordest con molto successo) cambiandolo continuamente a seconda delle esperienzi personali e professionali che attraversa. Non è facile rimettersi in discussione continuamente, riscoprirsi, reinventarsi. Non so quanti lo facciano nella vita, figuriamoci nel lavoro. Il lato negativo è che di gente come lui.. bè c’è solo lui. E oggettivamente non può bastare.

Per quanto riguarda lo spettacolo, andate a vederlo se avete voglia di confonderv e di farvi domande. Se volete risposte state a casa a vedervi “il Commissario Rocca”.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Him – Oltre l’arcobaleno

Posted on aprile 3, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , |

In questo interessante spettacolo del duo sperimentale Fanny & Alexander non è Judy Garland a cantare la spensierata “Somewhere Over The Ranibow” ma un Adolf Hitler in ginocchio.

Il confronto tra l’innocenza del mago di Oz e l’icona stessa della malvagità è l’ambito suggestivo entro cui si gioca la performance di “Him”, lo spettacolo firmato dalla Compagnia romagnola che ha aperto la Stagione di Teatro Contemporaneo del Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.

I paradossi e le continue contraddizioni fanno pensare, spesso fanno sorridere, altre volte suscitano una sonora risata: una bella occasione per fare un ripasso delle emozioni, insomma. Però lo spettacolo è troppo lungo.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Him

Posted on marzo 24, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , |

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Vicenza val bene un teatro

Posted on marzo 21, 2008. Filed under: Musica | Tag:, , , , |

Un solo commento: c’è più spazio per la musica.

Corollario: perchè non ci hanno pensato prima?

Dubbio: quanto costerà?

N.B. E’ il primo giorno di primavera!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La Grande Guerra a teatro e in musica

Posted on marzo 20, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , , , |

Lo spettacolo “Il Piave Mormorava”, ideato e messo in scena dal Teatro dei Pazzi è bello. Nonostante il tema, è pure divertente, portato avanti con una sorta di ironia amara. Poi c’è il Coro di San Donà di Piave che rende la parte musicale molto suggestiva. Detto questo, vorrei parlare di musica.Perchè “Il Piave mormorava” a me fa venire in mente soprattutto e solamente la canzoncina che mi hanno insegnato a scuola: ero così orgogliosa di ricordarne ancora oggi tutte le parole e invece, con una piccola ricerca su Internet vao a scoprire che la canzone è molto ma molto più lunfìga della semplice strofa che forse hanno insegnato un po’ a tutti.

Bene, dopo l’ultimo, soddisfacente grido “Non passa lo straniero”, il testo e la musica continuano… Non solo! Il titolo ufficiale della canzone non è neppure “Il Piave mormorava” ma … “La leggenda del Piave” che è un’appassionata rievocazione di quattro momenti drammatici della guerra illustrati da ciascuna strofa della canzone: la marcia dei soldati verso il fronte (quella che conosciamo tutti), la ritirata di Caporetto, la difesa del fronte sulle sponde del Piave e la vittoriosa offensiva finale.

Le vere, ultimissime, strofe finali della canzone secondo me sono molto più belle e significative del non passa lo straniero…  Sentiamo un po’…  (altro…)

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Piccolo Mondo Antico, ma non troppo

Posted on marzo 16, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , , |

Un grande spettacolo in tutti i sensi. Finalmente i grossi Enti che producono teatro in Veneto si sono resi conto che la sinergia paga, non solo in termini di pubblico ma anche in termini di qualità.
E’ nato quindi “Quando al paese mezzogiorno sona”, una commedia leggera ma impietosa su noi Veneti e sui nostri peccatucci veniali, a partire dall’attaccamento agli “schei”. La storia ci riporta indietro di qualche decennio, ma la terra è sempre quella del Nordest.
Sul palco 11 attori, tra cui l’affascinante Giancarlo “Gica” Previati.

Bella la scenografia, asettica, luminosa e molto moderna.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Quando Nixon volò a Pechino

Posted on marzo 14, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , , |

Quando si va a vedere un’Opera a teatro si pensa di essere costretti a subire, indifesi, ore di musica e di storielle di principi e regine di epoche passate. Non sempre! Nel caso di “Nixon in Cina” (1987) – opera prima di John Adams – i canonici 3 Atti si trasformano quasi in titoli di un telegiornale: l’aereo presidenziale che atterra, l’incontro tra i due presidenti rivali e l’ultima notte della visita ufficiale.

Davvero una particolarità. E una scelta insolita per il Teatro Filarmonico di Verona che ha scelto in questo modo di aprire la sua stagione teatrale 2008. Complimenti.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

« Articoli precedenti

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...