I 100 anni di Fincantieri

Posted on giugno 5, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , |

Difficile dare un’anima a Fincantieri, un luogo che racchiude, più che arte e cultura, migliaia di storie, di drammi, di fatiche, di sangue e di lotte. Simbolo di un Nordest che lavora ma anche di un Nordest che ha sofferto, è sato difficile decidere di affrontare questo servizio, in un momento storico e sociale in cui il termine “catiere” significa soprattutto “morte”.

Del resto, in occasione del secolo di vita degli stabilimenti di Monfalcone, mi sono state messe a disposizione le immagini dell’archivio storico di Fincantieri, per cui ho pensato di approfittarne. Forse, ripensandoci, avrei potuto fare una scelta di campo e decidere di non accogliere un “cantiere discusso” come un “serbatoio d’arte”.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La Grande Guerra a teatro e in musica

Posted on marzo 20, 2008. Filed under: Teatro | Tag:, , , , , , , |

Lo spettacolo “Il Piave Mormorava”, ideato e messo in scena dal Teatro dei Pazzi è bello. Nonostante il tema, è pure divertente, portato avanti con una sorta di ironia amara. Poi c’è il Coro di San Donà di Piave che rende la parte musicale molto suggestiva. Detto questo, vorrei parlare di musica.Perchè “Il Piave mormorava” a me fa venire in mente soprattutto e solamente la canzoncina che mi hanno insegnato a scuola: ero così orgogliosa di ricordarne ancora oggi tutte le parole e invece, con una piccola ricerca su Internet vao a scoprire che la canzone è molto ma molto più lunfìga della semplice strofa che forse hanno insegnato un po’ a tutti.

Bene, dopo l’ultimo, soddisfacente grido “Non passa lo straniero”, il testo e la musica continuano… Non solo! Il titolo ufficiale della canzone non è neppure “Il Piave mormorava” ma … “La leggenda del Piave” che è un’appassionata rievocazione di quattro momenti drammatici della guerra illustrati da ciascuna strofa della canzone: la marcia dei soldati verso il fronte (quella che conosciamo tutti), la ritirata di Caporetto, la difesa del fronte sulle sponde del Piave e la vittoriosa offensiva finale.

Le vere, ultimissime, strofe finali della canzone secondo me sono molto più belle e significative del non passa lo straniero…  Sentiamo un po’…  (altro…)

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La Storia si scarica dalla Rete

Posted on marzo 19, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , |

Silvio Lanaro è stato il mio docente di Storia Contemporanea all’Università. Mi diede un bel 27. Ma lo ricordo con piacere anche per altri particolari, come per il suo modo di non dare mai scontato nulla nel prossimo. E per la sua affabilità.

Dopo l’università l’ho reincontrato così, un po’ per caso un po’ per lavoro, ed è nata questa intervista che mi ha permesso di conoscere un libro che durante i miei studi non avevo letto, “Storia dell’Italia Repubblicana”. Un saggio che continuo a non leggere dal momento che, con un modico prezzo, me lo sto scaricando stile “Podcast” dalla rete, dove è stato caricato (http://www.ilnarratore.it/show.php?type=author&language=it&aid=267&tpl=/ita/autore.tpl.html).

Che storia la Storia!!  

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

Quanti sono i padovani illustri?

Posted on marzo 1, 2008. Filed under: Personaggi | Tag:, , , , |

Se si guarda alla storia monumentale della città di Padova, la risposta a questa domanda è già scritta. L’architetto Andrea Memmo, nel  1775, stabilì che il numero dei padovani illustri era 78, tanti quante le statue che circondano l’isola di Prato della Valle che, da quell’anno in poi, prese il suo nome.

Ma i cittadini illustri sono veramente più di quanti uno se ne immagina. E hanno dato un contributo alla storia di Padova a 360°, dalla prima vettura a scoppio, al primo satellite orbitante, dall’invenzione del pianoforte, all’invenzione dell’egittologia. E’ tutto vero. Vivo in una città che ha dato tanto alla Storia nel corso dei secoli ma… negli ultimi 20 anni… cosa sta combinando??  

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Batman vs Daniele Manin

Posted on febbraio 28, 2008. Filed under: Personaggi | Tag:, , , , , , , |

Una mostra racchiusa in una stanza. Piccolina quindi ma con due o tre spunti da brivido. Tra cui la scrivania del protagonista dell’esposizione: Daniele Manin, l’eroe. Morto in esilio a Parigi senza aver visto unita e liberata la sua Italia.

Un eroe senza muscoli, armato solo di pensiero. Non è che mi ricordi bene la filosofia di Manin. Però mi affascina questa fondamentale differenza tra gli eroi di due secoli fa e quelli frutto dei sogni moderni.. tipo Superman.

Per esempio, tra Batman e Manin.. chi vincerebbe? Credo dipenda dal campo di battaglia.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Parole Legate

Posted on febbraio 21, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , , , , |

Palazzo Leoni Montanari è una garanzia per le mostre. Del resto per fare delle belle cose ci vogliono i soldi. E di certo a Bancaintesa, proprietaria del palazzo (non solo di quello) i soldi non mancano.

“Parole legate” è una mostra piccina ma molto intrigante in cui sono esposti libri, libroni e libretti, capisaldi della storia dell’arte della rilegatura in Europa, alle sue origini all’800.

E ho scoperto che, per rilegare i libri, c’è stato un tempo per la pelle di maiale, per il legno, per le borchie, per le stemmature e per le cornicette dorate. Un tempo in cui veniva considerato à la mode realizzare volumi giganteschi, un tempo in cui erano apprezzati quelli di dimensioni ridotte.

Due avvertimenti: i computer nell’atrio (messi a disposizione per la visita multimediale) non funzionano e il filmato dei  monaci dell’abbazia di Praglia che restaurano i libri (bello, niente da dire) non si può riprendere. Per il resto, godetevi anche il palazzo, e non solo la mostra, perché è davvero magnifico.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

M&M’s… Magico Mondo Medievale

Posted on gennaio 15, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , |

Cari lettori,

la vera bellezza di questo libro è il suo autore. Ergo, la parte migliore di tutta la faccenda me la sono gustata io, che ho avuto la sfrontatezza di intervistarlo.

Giuseppe Gottardo: fortissimo.  Si è inventato questa lunga storia di segreti, misteri, rimandi e (ec)citazioni stile Il Nome della Rosa e l’ha chiamata “Specchio del Mare”.(Tranquilli: con il celebre libro di Umberto Eco ha in comune solo la lunghezza dell’opera). Ammetto: ho provato a leggerlo ma non l’ho mai finito. Non perchè sia scritto male o noioso, ma principalmente perchè, o siete appassionati del Medioevo e dei suoi intrighi, o sostanzialmente l’attenzione ad un certo punto comincia a scendere.

Nel video vedete l’autore vestito da fraticello durante la presentazione “tematica” di questo libro in quel di Cittadella (!!!). 

Siccome è un signore veramente “multitaskin”, si è pure aperto un sito tutto dedicato al suo libro (che non è nè il primo nè l’ultimo che scrive): http://www.simondelaville.com/home.php

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Garibaldi fu ferito …

Posted on gennaio 11, 2008. Filed under: Iniziative, Mostre, Personaggi | Tag:, , , , , , , , , , , |

Un’autentica scoperta.

Lo sapevate che il Polesine è stata terra di grande fede garibaldina risorgimentale? Paragonabile al Piemonte ma con le dovute proporzioni nei numeri delle persone coinvolte.

Non lo si ricorda spesso ma nel febbraio del 1867, in occasione della campagna elettorale per la X legislatura, Garibaldi in persona era approdato anche in Polesine, accolto entusiasticamente a Rovigo, ospite del Conte Angeli, e subito dopo a Lendinara, dove aveva parlato dal poggiolo di Ca’ Dolfin, il bel palazzo di Domenico Marchiori, sindaco della città ed ex garibaldino.

Era quindi inevitabile che i festeggiamenti per il bicentenario della morte dell’Eroe dei 2 mondi, toccassero anche Rovigo.

(altro…)

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...