LEGGERE O ASCOLTARE?

Posted on novembre 18, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , |

letteratitudine-il-libro

LETTERATITUDINE, uno tra i più autorevoli blog culturali della rete italiana, fondato e diretto dal giornalista, critico e scrittore Massimo Maugeri, ha aperto i suoi spazi alla letteratura in audio, argomento che, soprattutto negli ambienti colti, suscita ancora parecchie perplessità.

Io ho scoperto gli Audiolibri già da almeno un paio di anni e posso testimoniare che sono un’esperienza culturale interessante, di certo non sostitutiva di una  buona lettura, ma un’alternativa dello stesso livello.

Comunque, nella mia CDteca (posso chiamarla così?), ci sono anche una decina di audiolibri.

Tornando al dibattito – che in 48 ore ha generato almeno 200 commenti (e sono tantissimi per un blog!!), sono molte le voci pro, qualcuna contro, ma il tema della discussione ha centrato l’obiettivo, scatenando decine di commenti a testimonianza che l’interesse intorno agli audiolibri è altissimo.

I post di apertura di Maugeri e di Maurizio Falghera (fondatore de il Narratore audiolibri)  ruotano attorno all’eterno dilemma: possibile che nessuno – soprattutto nelle ‘alte sfere’ – si accorga delle grandi potenzialità culturali, educative, didattiche, perfino terapeutiche che l’ascolto di audiolibri può avere?

Il dibattito è aperto, Io son già schierata.

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

A colazione da Luigi Marangoni

Posted on giugno 10, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , |

Per registrare questa intervista siamo piombati in casa di Paola, l’Ufficio Stampa della casa editrice Il Narratore, alle 10 del mattino. Io avevo bisogno di registrare il prima possibile per motivi organizzativi, così alla fine è stato quasi obbligatorio cominciare l’appuntamento con un caffè. Tanto caffè.

Io non conoscevo Luigi. L’ho conosciuto in mezzo all’aroma di caffè, in una freddissima mattina di gennaio. E mi è piaciuto. Parecchio. E qui potrei giustificare questo feeling in modo razionale e professionale ma la verità è che è un gran bel ragazzo, che ha una voce davvero vellutata e che ha una sensibilità nei confronti di quello che lo circonda che gli si legge negli occhi. Occhi inquieti e giovani.

Mi piacerebbe vederlo recitare. Magari un giorno succederà. Intanto mi tengo stretta i suoi audiolibri.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Libri da ascoltare

Posted on aprile 2, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , |

Questa intervista girata alla Mel Bookstore di Padova documenta il mio primo incontro con la casa editrice Il Narratore, che produce libri fantastici. Solo che non sono da leggere ma da ascoltare: gli audiolibri. E io che pensavo che questi CD fossero stati inventati principalmente per coloro che non potevano leggere, ho invece scoperto che sono un modo molto raffinato di imparare, per esempio, una lingua straniera, oppure di recuperare pezzi di cultura perso qua e là nel corso degli studi, o ancora una buonissima compagnia durante i viaggi in macchina, o durante le vacanze. Costano quanto un libro, se non meno ma sarebbe un errore considerarli un sostituto del libro cartaceo poichè offrono un’avventura semplicemente diversa.

 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Due Donne e un audiolibro

Posted on febbraio 15, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , |

In comune hanno la Grazia nel nome. Un bel gioco di parole che introduce anche una metafora carina.

Ad ogni modo questo incontro professionale tra un’attrice, Maria Grazia Mandruzzato, e il premio Nobel Grazia Deledda ha dato veramente un frutto grazioso, per non uscir di metafora, l’audiolibro “La martora, la volpe, la cerbiatta”.

Un delicato racconto narrato dall’affascinante voce di Maria Grazia fa riscoprire le sonorità delle lingua italiana come solo una donna (gli uomini mi scusino) sa far vibrare.

Per chi conosce la Deledda, un audiolibro per ricordare.

Per chi non conoscesse il nostro premio Nobel, beh… un occasione per capire perché fu premiata in quel lontano 1926. Tra l’altro… sapete che la scrittrice non accettò di tenere la conferenza che i Laureati pronunciano in occasione della consegna del Premio?

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...