Cara Alessandra Valeri Manera.. ti ho sognato per una vita

Posted on giugno 15, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , , , |

Sapete che io ho degli eccessi di nostalgia televisiva targata anni ’80, no? Ecco ho ritrovato nella rete gran parte delle sigle di Bim Bum Bam.  In realtò in rete ce ne sono ben di più ma, per correttezza biografica ha messo solo quelle che mi ricordato quasi a memoria. Ah… non ho citato quelle di “Ciao Ciao”.

Ma sapete cosa mi ricodo di più? Mi ricordo il primo nome che compariva in tutte queste sigle “A cura di Alessandra Valeri Manera” che io avevo deciso, da piccola, che doveva essere praticamente il vero Babbo Natale di tutti i bambini tele-dipendenti.

Ora che sono cresciuta, e la Tv la faccio beh… capspita mi piacerebbe vedere che faccia ha, incontrarla, genuflettermi, renderle il giusto onore di avermi garantito un’infanzia televisiva infinitamente migliore di quella che stiamo offrendo alle nuove generazioni. 

 

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Stappa un Jamming Festival…

Posted on aprile 15, 2008. Filed under: Musica | Tag:, , , , , |

Cosa sia l’Heineken Jamming Festival, ormai lo sapete tutti. E che lo spirito etilico sia noto per favorire le idee più interessanti è noto fin da tempi ancora più antichi. Visto che non c’è niente da aggiungere, io appronfondirei un altro aspetto che riguarda la birra, la tv e la musica … gli spot!!! A volte veri e propri capolavori in pillole.

Ve la ricordate quella degli uomini che spalano la neve buttandola sulla birra per raffredarla? Lo spot ideatonel 2003 da J. Walter Thompson si è aggiudicato il “Mezzominuto d’oro” 2004 al Galà della Pubblicità.
E quella del conte Dracula che esce dalla bara abbandonando il suo drink preferito perchè preso da un irresistibile desiderio di birra?
Continuando con i mostri: simpaticissima quella del mostro del lago che, per attirare le sue prede, compra al supermercato della birra ed allestisce in un capanno vicino alla sua tana una festa.
Poi c’è lo spot della vecchietta che mostra l’incontro in un supermarket tra due giovani che fanno spese per organizzare una festa e una signora anziana loro vicina di casa. Nel negozio la signora, vedendo che i giovani si apprestano a far festa, fa finta di tamponare il loro carrello e ruba il rubinetto del nuovo barilotto di birra Heineken. I ragazzi faranno l’amara scoperta solo a festa iniziata.
Ma la più grande di tutte è quella del cane sotterra in giardino tutte le Heineken del padrone, che, costretto a uscire per ricomprarle, lo porta a fare una passeggiata fino al bar.  E lì incontra altri uomini con altri cani che hanno avuto la stessa idea.
Ancora un fantastico cagnolino nella campagna “Don’t drink and drive”: il cane guida che, leccando la birra che per sbaglio cade a terra, si ubriaca diventando un pericolo per il suo padrone cieco.
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

I Broncoviz: un omaggio alla cultura del fare televisione

Posted on marzo 28, 2008. Filed under: Personaggi | Tag:, , , , |

Concedetemi questa digressione su qualcosa che non ha niente a che fare col mio modesto programmino.

Ma, se la Rete serve a qualcosa, per esempio a distribuire cultura, questa si cela anche nei posti a prima vista più improbabili, come nella tivvù. Fa parte di questa cultura sicuramente un Gruppo (allora ancora erano riuniti in un gruppo) di Comici che si è ritagliato a mio avviso un posto nella storia della televisione: i Broncoviz.

I Broncoviz (Marcello Cesena, Maurizio Crozza, Ugo Dighero, Mauro Pirovano e Carla Signoris) erano un gruppo comico fondato nel 1989.
Sempre in quest’anno il gruppo cominciò la carriera radiofonica facendo 13 parodie di film famosi nel programma di
Radio 3 “Axillo”.
Il loro primo lavoro a teatro fu lo spettacolo “Il bar sotto il mare” seguito da “Amleto”, entrambi tratti da libri di
Stefano Benni.
Sbarcarono in televisione nel
1992 con la trasmissione “Avanzi” ed in seguito con “Tunnel” dove interpretarono le finte pubblicità ed i finti TeleGiornali (i cosidetti “TG Riuniti”).
Nel
1995 girarono il film “Peggio di così si muore” e nel 1996 produssero il programma televisivo “Hollywood Party”, in assoluto uno dei più bei programmi dedicati al cinema che io ricordi. Poi si soo seperati, ognuno di loro ha preso una propria strada, quasi sempre di successo e qualità. Ma quando erano insieme… erano veramente una bomba!

I TG RIUNITI, che con questo link ho riproposto, erano un’ottima parodia del giornalismo moderno (una fantomatica unione di TG1, TG2 e TG3, con tanto di siglia con scritta che va in frantumi…) e, rivisti oggi sembrano un’agghiacciante anticipazione di quel che poi è stato…
In un episodio emblematico i quattro conduttori erano assillati dalla direzione del telegiornale, che si poneva l’obiettivo di mandare in onda una trasmissione assolutamente neutrale, pena la morte del conduttore di parte.
Inoltre, ogni volta che una domanda restava senza risposta, si stabiliva un collegamento con un fantomatico dottore di origine apparentemente straniera, che puntualmente diceva “di non avere idea della risposta” e concludeva ogni sketch dicendo “Bel collegament!” a sottolineare la scarsa importanza ed organizzazione dei TG Riuniti.
Il conduttore più “rivoluzionario” era invece la giornalista interpretata da Marcello Cesena che, stranamente, anche essendo femmina, portava il suo stesso nome. Ad ogni inizio puntata leggeva un lungo e noioso comunicato sindacale contro “i bavagli” messi ai giornalisti.

ONLY FOR THE SACRED – E… Irina Skassalkatsaja dove la mettiamo, eh??!!! 

Altri tempi… tempi in cui la satira era veramente satira.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...