In sagra con i Nazgul

Posted on aprile 25, 2010. Filed under: Arte | Tag:, , , , , , , , , , , |

Sconfino anche oggi, con questo post, non per scarso amore patrio – ci mancherebbe, con un nonno internato in Polonia, a casa nostra il 25 aprile è sempre stata festa grande – ma per curiosità.

Per tutta la giornata di oggi, alla Rocca di Soncino, in provincia di Cremona, si terrà “Soncino Fantasy”, la terza edizione del grande evento Fantasy dedicato al Medioevo Fantastico ed a “Il Signore degli Anelli”.

Dopo la passata edizione che ha visto una partecipazione di pubblico di oltre 12.000 persone, l’edizione 2010 vedrà ulteriori aggiunte relative alle animazioni dedicate agli adulti e ampi spazi dedicati ai tavoli gioco con tornei e wargames.

Uno spettacolo per i più piccoli ma anche per gli adulti, che potranno assistere alle straordinarie battaglie con più di 3500 bambini.  Ma lo spettacolo è forse ancora più divertente per gli “adulti”: tutti gli spettacoli e le ambientazioni saranno concepite in modo di coinvolgere davvero tutti, di tutte le età. Ci saranno battaglie a cavallo tra Bene e Male, botteghe, decine di personaggi in costume, laboratori didattici, musicanti, danze, giochi da Hobbit, tavoli da gioco.

Sarà anche allestita una piccola ma straordinaria mostra dedicata al film”The Lords of the Rings” con i materiali originali provenienti dal film, in particolare incentrata sulla “parte oscura”. Saranno esposti alcuni pezzi originali usati nelle riprese e copie e repliche delle aziende e artigiani che hanno lavorato al Film.

Verranno inoltre realizzati alcuni diorami in scala 1:1 di Orchi e Uruk-Hai, cavalieri di Rohan e Nazgûl su cavalli.

Per l’edizione 2010 i bambini avranno a disposizione varie aree di animazione mentre la grande battaglia si svolgerà verso la chiusura della Manifestazione (in questo modo il bambino si stancherà meno e avrà modo di partecipare a più spettacoli e animazioni).

Stand gastronomici? L’unico pasto a tema proposto sarà “carne fresca di Balrog appena cacciato”.  Non portatevi via il portafoglio, non vi servirebbe, all’interno della Manifestazione la moneta in uso sarà la “Moneta Elica” che servirà per tutte le operazioni di compravendita per tutta la giornata. Il cliente prima di effettuare il proprio acquisto dovrà recarsi al “Banco del Cambio” per la conversione della moneta corrente.

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

LA PRIMA FESTA DEL LIBRO EBRAICO

Posted on aprile 14, 2010. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , , , |

Siamo un po’ “fuori” dal terriorio abituale di ingerenza del Blog ma l’iniziativa mi piace davvero tanto.

Dal 17 al 21 aprile, intorno a quella che sarà la più completa libreria ebraica italiana, Ferrara propone la prima “Festa del libro ebraico in Italia”. Epicentro della manifestazione l’ex Convento di San Paolo, ma iniziative e itinerari coinvolgeranno tutto il cuore storico della città estense.

A promuoverla è il MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, un’istituzione operante a Ferrara dal 2008, che ha tra i suoi scopi quello di far conoscere la cultura dell’ebraismo italiano e di organizzare manifestazioni attinenti a questo tema.

La manifestazione, dedicata al rapporto speciale che gli ebrei hanno con i libri, sarà caratterizzata da molteplici iniziative: concerti, tavole rotonde con illustri partecipanti, incontri con decine di autori di opere, le più varie e di respiro internazionale, dedicate alla storia, alla tradizione e alle testimonianze ebraiche.

Perché un dato è certo: sul mercato librario vi è una presenza senza precedenti di testi di autori ebrei o dedicati all’ebraismo: il tema da argomento di nicchia si è trasformato in una presenza costante e molto diffusa. Né si tratta più solo dei grandi scrittori e intellettuali senza i quali la cultura del Novecento resterebbe incomprensibile: Freud, Kafka, Einstein, Joseph Roth, Buber, Singer, Primo Levi, e molti altri. Sono ormai imprescindibili anche nomi di autori viventi: Wiesel, Gordimer, Oz, Yehoshua, Grossman, Safran Foer, per citarne solo alcuni, ma gli esempi sarebbero innumerevoli.
Nella Festa il rapporto speciale del mondo ebraico con il libro è incorniciato da due poli: una mostra e una grande libreria specializzata.
Nel Salone d’Onore del Municipio di Ferrara sarà allestita una raffinata esposizione di opere rare della storia dell’editoria ebraica: incunaboli, cinquecentine, edizioni rare dei secoli più recenti. La mostra, che inaugura in occasione della Festa, rimarrà aperta al pubblico sino al 30 aprile.

L’ampio e suggestivo chiostro di S. Paolo ospiterà invece , per l’intera durata della Festa, una grande libreria: oltre 1500 titoli, in pratica tutto ciò che l’editoria italiana ha in catalogo di autori ebrei o di temi ebraici.

Durante la Festa, in varie sedi, ci saranno numerosi incontri e dibattiti su ambiti diversi: letteratura, filosofia, beni culturali, cultura rabbinica; ma anche su grandi temi storici: le radici dell’antisemitismo, il fascismo, la Shoah.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

8 marzo? ubriachiamoci…

Posted on marzo 8, 2008. Filed under: Iniziative | Tag:, , |

wonder-woman-8-marzo-mimosa.jpg

Per festeggiare all’insegna della femminilità (che di tanto in tanto mi  ricordo di avere) oggi sono entrata in una profumeria di una nota catena di franchising per regalarmi un fondotinta.

Quando è stato il momento di pagare, alla cassa, oltre che il consueto sacchettino con i vari campioncini di profumo e cremine varie, la commessa mi consegna una bottiglietta di Martini Rosso.

“Buona festa della donna”, mi dice.

“Grazie”, rispondo.

Poi esco dal negozio e guardo incredula la bottiglietta: carina, piccolina, impacchettata con amore… come a suggerire con affetto sconsolato ciao donna, per la tua festa bevi un po’.

Allora: io capisco che la festa della donna può essere un’iniziativa superata e anacronistica; che è una festa che alle nostalgiche del femminismo può non andar giù; che la donna non deve essere festaggiata un solo giorno all’anno e banali recriminazioni di questo genere; capisco anche che i creativi non sappiano più cosa inventarsi … ma porca miseria … era davvero difficile pensare a qualcosa di meno disperatamente evocativo?

Siamo davvero così tutte Desperate Housewives???  Comunque la pensiate su questa giornata dell’8 marzo, che ormai ci è capitata addosso… ribellatevi!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...