La via della seta a Pordenone

Posted on ottobre 5, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , |

L’Oriente è un argomento sempre più attuale e interessante, non bastasse il richiamo esercitato dalle Olimpiadi di Pechino che, in forma paralimpica, sono ancora in svolgimento. Il brulicare di convegni, incontri, mostre, attività, manifestazioni ed eventi sull’Oriente è sintomo della curiosità con cui la gente si rivolge a questo angolo di mondo, per noi europei davvero remoto e contrapposto, dunque ancor più misterioso e affascinante. La mostra “La via della seta – dal Mediterraneo all’Asia Centrale” è sintomo del grande interesse verso la civiltà asiatica e naturale prosieguo di un itinerario culturale intrapreso con l’esposizione intitolata “La via della seta e la Cina” ospitata l’anno scorso a Villa Varda.

Una mostra legata anche ad momento storico e culturale particolare per l’Asia, soprattutto per la Cina con le sue imprese olimpiche organizzative e sportive. Organizzata dal Comune di Brugnera in coedizione con la Provincia, l’esposizione sarà visitabile fino al 16 novembre a Villa Verla.

La scorsa mostra, dedicata alla Cina, registrò 8300 presenze in 2 mesi. Questa, grazie al materiale proveniente dalla vasta collezione di Adamo Covre, rispecchia un mondo completamente diverso, meno raffinato di quello del popolo cinese e pressoché sconosciuto. Le opere partono dal 1700 per arrivare ad oggi, presentando un’interessante e ampia carrellata di usi, tradizioni e abitudini di popoli asiatici – quali le tribù nomadi – che è impossibile da vedere in una sola mostra. Esplora infatti un Oriente che è quasi ancora Europa, come l’Anatolia, per poi entrare nelle terre mediorientali, sede delle più antiche civiltà, luogo della Genesi biblica. Quindi il Kirghizistan, l’Uzbekistan e il Turkmenistan, per poi giungere alle steppe della Mongolia e all’incrocio tra religione islamica e civiltà indiana del Pakistan.

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Ancora la solita meraviglia

Posted on maggio 3, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , |

Venezia, venezia, venezia e venezia. Difficile, per una mostra a Nordest uscire dalla logica di meravigliosa coercizione artistica e culturale esercitata dalla magnetica città sull’acqua. Ecco quindi che anche Gorizia, città che per storia, retaggio e dinamicità non ha da invidiare niente a nessuno, ha deciso di inaugurare l’ennsima mostra dedicata a Venezia. Venezia che di Gorizia (o in genere dell’Austria) fu acerrima nemica. Gorizia che si inchina artisticamente alla Serenissima.

La mostra è davvero notevole, per completezza, qualità e quantità di artisti ospitati. davvero da scellerati perdersela. Però, a chi le organizza queste mostre io direi.. un po’ più di coraggio… 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La Biennale, un secolo d’arte per tutti

Posted on aprile 28, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , , , |

Un’importante collezione veneta normalmente non accessibile al pubblico è quella in mostra al Palazzo della Ragione di Verona. Perchè la Biennale, il cui nome è legato tradizionalmente al capoluogo lagunare, non è solo “cosa veneziana”, ma anzi, ha stimolato per decenni numerose scuole artistiche in tutta la Regione che poi si sono legate alla celebre iniziativa culturale.

Una cosa molto carina è che la rassegna è introdotta da una selezione di riproduzioni fotografiche dei maggiori protagonisti dell’arte del 20° secolo, ritratti al lavoro durante l’allestimento del loro spazio espositivo alla Biennale.

 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Golden Slumbers fill your eyes

Posted on aprile 12, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , |

“Mi domando da dove vengano queste ombre colorate che ogni tanto accendono la mia mente, cosa mi spinge a tentare di dare forma e pienezza a ciò che a volte temo sia un puro fantasma.”

Quando sono gli stessi artisti che definiscono la propria arte, non trovo ci sia molto senso ad aggiungere anche una mia definizione personale.
In questo caso è lo stesso Claudio Olivieri che spiega se stesso, in uno dei tanti libri e cataloghi che ha accettato di scrivere.

Devo ammettere che è un autore che mi piace ma le quotazioni delle sue opere sono veramente esagerate. Credo ci siano pochissime tele – visibili nel filmato – che scendano sotto i 40 mila euro… E poi dicono che gi artisti sono squattrinati! 

 p.s. il titolo? Un premio speciale a chi indovina la citazione!!!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Batman vs Daniele Manin

Posted on febbraio 28, 2008. Filed under: Personaggi | Tag:, , , , , , , |

Una mostra racchiusa in una stanza. Piccolina quindi ma con due o tre spunti da brivido. Tra cui la scrivania del protagonista dell’esposizione: Daniele Manin, l’eroe. Morto in esilio a Parigi senza aver visto unita e liberata la sua Italia.

Un eroe senza muscoli, armato solo di pensiero. Non è che mi ricordi bene la filosofia di Manin. Però mi affascina questa fondamentale differenza tra gli eroi di due secoli fa e quelli frutto dei sogni moderni.. tipo Superman.

Per esempio, tra Batman e Manin.. chi vincerebbe? Credo dipenda dal campo di battaglia.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Il tesoro dell’Imperatore Oceanico

Posted on febbraio 17, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , , , , , , |

Tutto quello che ha perso Palazzo Grassi a Venezia con la gestione Pinault, l’ha guadagnato Treviso con la Casa dei Carraresi della Fondazione Cassamarca.

Quella su Gengis Khan è la 4° mostra consecutiva (dopo il Celeste Impero, Venezia ‘900, Van Gogh, ecc..) che conferma la sede espositiva trevigiana come una ottimo circuito internazionale per far passare la cultura.

La mostra dedicata al Tesoro dell’Impero Mongolo – il più esteso di sempre nella Storia – è davvero impressionante per ricchezza di materiale, importanza dei pezzi esposti e capacità scenografica nel presentarli al pubblico.

Io , per esempio, mi sono sinceramente emozionata nel vedere a pochi centimetri da me la mitica “Paiza” , il lasciapassare di Marco Polo. Ma di chicche ce ne sono! Praticamente una sorpresa per ogni sala. Non perdetevela! Anche perché, una volta partita da Treviso, la mostra andrà a Roma e, se tanto mi dà tanto, potrebbe succede quello che è capitato con il “Celeste Impero” che, una volta giunta nella capitale, è stata ribattezzata “la mostra dell’anno” … beh.. noi ce n’eravamo accorti molto prima ma si sa nemo profeta in patria.

Comunque, come si dice i questi casi, “e non finisce qui”.

I soliti beninformati mi dicono che le prossime mostre alla Cà dei Carraresi sono: da maggio 2008 ad agosto 2008 A Timeless Land: Art in Australia; nel 2009 Lo splendore dei Ming e nel 2011 Manciù: l’ultimo impero.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

La città surreale di Fulvio Pendini

Posted on febbraio 13, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , , |

Fulvio Pendini è dappertutto. Lo dico per chi ha la fortuna di vivere o frequentare Padova. Le sue opere immense e particolari campeggiano sia dentro gli atri del Bò e del Liviano – le maggiori sedi universitarie della città – sia nella Chiese più recenti, per non parlare dei piccoli tesori affrescati un po’ qua e un po’ per le vie della città là sotto alcuni portici storici.

Purtroppo a Padova le opere di Pendini mancano proprio negli unici posti in cui dovrebbero stare stabilmente, ovvero dentro i musei.

Non si può non segnalare infatti che nonostante la validità artistica di un tale personaggio – che tra l’altro nacque, visse e operò proprio nel veneto per tutto il ‘900 – nessuna sede istituzionale (Comune, Provincia, Musei, ecc) non solo non abbia pensato di dedicare uno spazio permanente a Fulvio Pendini, ma neppure, che ne so, appendere alcune delle sue opere in luoghi di rappresentanza.

E’ assieme un peccato e una piccola vergogna.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Boccioni Pre-Futurista a Padova

Posted on febbraio 10, 2008. Filed under: Mostre | Tag:, , , , , , |

Grandissimo evento cultural-mondano dei mesi scorsi per la città di Padova.

Assieme a questa strepitosa Rassegna, che ha mostrato al mondo un aspetto poco conosciuto del celebre maestro Futurista, si è inaugurata la nuova Galleria Cavour, la galleria civica del salotto buono di Padova, in restauro da anni.

E devo dire che è venuta parecchio bene dal momento che, per chi non fosse di Padova, questo elegante spazio è stato ricavato nel sottosuolo, sotto lo chicchissimo Listòn, tra Piazza Cavour e il celebre Caffè Pedrocchi.

Per il resto… due cose:

  1. chi l’avrebbe mai detto che Boccioni aveva tutta una sua produzione artistica legata proprio alla città di Padova??
  2. chi l’avrebbe mai detto che, più che ai quadri, la gente abbia assalito il buffet offerto gentilmente dal Comune?? 
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Le foto jazz di Giac Casale

Posted on febbraio 7, 2008. Filed under: Artisti, Mostre | Tag:, , , , , , |

Prima che vi poniate tante domande la riposta è “si”. E’ proprio lui. E’ proprio il padre di Rossana Casale. E  – surprise, surprise – è un artista anche lui! Un fotografo, per la precisione. Ma non uno di quelli normali. Troppo facile.

La sua è una ricerca incessante, portata avanti nel corso degli anni, e giocata attorno alla luce, agli obbiettivi (nel senso fotografico del termine) e della musica.

Tra l’altro è una persona squisita. E’ stata l’unica persona che abbia mai intervistato a premurarsi di confermare l’appuntamento per telefono e personalmente!! E’ stato tanto carino, anche durante l’incontro: era tutto soddisfatto dell’intervista e, allo stesso tempo tutto mortificato che l’illuminazione per le sue opere non fosse perfetta…

In effetti riprendere delle foto con il vetro davanti è sempre piuttosto complicato. Ma Simone, anche questa volta, è stato un grande.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Da Lisbona a Vicenza

Posted on febbraio 7, 2008. Filed under: Architettura, Mostre | Tag:, , , , , |

Dietro a questa mostra c’è un gruppo di architetti vicentini che ogni anno cerca di vivacizzare la vita culturale della città organizzando eventi ed incontri che hanno come tema proprio l’architettura. Quest’anno hanno invitato ad esporre esempi delle sue opere l’architetto portoghese Gonçalo Byrne.  E questo mostro sacro dell’architettura mondiale ha risposto creando con le sue mani una ventina di modellini che esemplificano le sue costruzioni più famose.

Le opere di Byrne prediligono le superfici ampie, si confondono letteralmente con l’ambiente, tanto che in quasi tutti gli esempi esposti non si capisce dove finisca la natura e dove inizi l’artificio umano.

Per esporle è stata scelta la Chiesetta di San Silvestro di Vicenza – una piccola costruzione proprio ai margini della circonvallazione – che ha una storia veramente singolare. Uno dei rari casi in cui non si capisce se l’oggetto dell’interesse sia il contenuto o il contenitore…

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

« Articoli precedenti

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...