UNA MONTAGNA DI LIBRI

Posted on aprile 10, 2010. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , , |

Sette incontri in quattro mesi. Sedici ospiti, scelti tra i più autorevoli e prestigiosi rappresentanti della cultura, della letteratura e del giornalismo italiano. Sono i numeri della prima edizione di Una Montagna di Libri, la nuova rassegna di incontri con l’Autore a Cortina d’Ampezzo, organizzata e condotta dal cortinese Francesco Chiamulera, sotto la responsabilità scientifica di Vera Slepoj, psicologa e psicoterapeuta, e di Alberto Sinigaglia, giornalista della Stampa.

Nomi che parlano da soli: Mario Cervi, Sandro Cappelletto, Antonia Arslan, Camillo Langone, Antonello Caporale, Andrea Vitali, Vera Slepoj, Sabino Acquaviva. A intervistarli Luigi Bacialli, Omar Monestier, Gianluca Salvagno, Alberto Sinigaglia, Ario Gervasutti, Ennio Rossignoli. Insomma, un parterre di altissimo livello, adeguato al prestigio della Regina delle Dolomiti.

All’evento di chiusura ha voluto essere presente anche il Sindaco di Cortina, Andrea Franceschi, che insieme con il Parroco di Cortina Don Davide Fiocco aveva inaugurato la manifestazione a dicembre.

Francesco Chiamulera ha poi dato appuntamento al pubblico a fine luglio, quando si inaugurerà la nuova edizione della rassegna, con una bella sorpresa. Questa la promessa.

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Miopi e Conformisti

Posted on marzo 30, 2010. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , , , , |

Uno spettro si aggira per l’Italia: solo questo è rimasto della vittima eccellente del nostro tempo, la cultura. Si è spenta, o a essere ottimisti è in coma, l’idea di pensiero come valore civico e civile, come vero sforzo di comprensione del reale, come libertà. Avevano già inflitto un serio colpo alla cultura i linciaggi di partito come quello a Hannah Arendt. L’hanno ridotta in fin di vita terribili silenzi come quello sul caso Solzenicyn. Le stanno dando il colpo di grazia le dietrologie, dall’11 settembre alle intercettazioni telefoniche; la rivalutazione dei dittatori altrui, il pensiero doppio di un Nobel come Saramago che tuona contro la censura di un libro fotografico blasfemo (per i cattolici) dopo averla invocata per vignette altrettanto blasfeme (ma per gli islamici). Che ne è stato degli irregolari come George Orwell e Albert Camus, dei grandi intellettuali anticonformisti come Georges Bernanos e Simone Weil, che tradirono la loro appartenenza per non tradire se stessi? L’arma del delitto ultimamente è sempre il conformismo, che strumentalizza la realtà e distrugge gli individui a colpi d’ideologia. E come in un romanzo giallo troppo sperimentale, alla fine l’assassino coincide con la vittima: è la casta culturale italiana che, con il suo strabismo e i suoi pregiudizi, ha ucciso la cultura”.

da PIERLUIGI BATTISTA “I Conformisti. L’estinzione degli intellettuali d’Italia” , Ed. Rizzoli

L’autore è a Padova (Centro Culturale S. Gaetano) questa sera alle 21 per presentare proprio il suo ultimo saggio sul conformismo le cui prime righe mi sembrano decisamente interessanti…

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Viviana, Silvia e l’Erasmus

Posted on gennaio 5, 2008. Filed under: Letteratura, Personaggi | Tag:, , , , , , , |

Il mese scorso ricevo una telefonata. Era Pietro.

Mi fa “perchè non intervisti una ragazza brava e carina?”. “Perchè no?”. Già perchè no. Ho conosciuto in questo modo molto semplice Viviana Segantin. Rodigina di origine e padovana di adozione, Viviana lavora come copywriter e addetta stampa presso il Gruppo Icat, agenzia di comunicazione e marketing che cura parecchi interessanti prodottini editoriali. Ha al suo attivo numerose collaborazioni giornalistiche e una serie di premi letterari nazionali vinti per i racconti brevi inediti. E ora, anche un libro, il suo primo libro “Back for Good”.
Come sua prima fatica Viviana ha scelto di raccontare un mondo giovane, quello dell’Erasmus. Ecco quindi che dalle pagine di back For Good esce la figura di Silvia, una studentessa che, grazie ad una borsa di studio a Londra, si trova a vivere un’esperienza forte, che sembra allontanarla sempre più dall’Italia a favore di uno stile di vita nuovo e molto diverso da quello di sempre; ma allo scadere dei tre mesi Silvia dovrà scegliere….

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...