3 GIORNI A REGOLA D’ARTE

Posted on aprile 15, 2010. Filed under: Idee | Tag:, , , , , , , |

Che cos’hanno in comune Lupo Alberto e la cura del giardino? La filosofia dell’amore e la musica rock?  La forma degli oggetti e il linguaggio della scienza?  Scienza, Design, Giardino e … Amore!

Dal 16 al 18 aprile, nella palladiana Villa Caldogno a Vicenza, si tiene la Rassegna A Regola d’Arte. Il piacere di saper fare tra scienza, tecnologia e cultura.

Tema della Rassegna la riscoperta dell’incontro tra sapere e saper fare, tra cultura e competenza manuale.

Scienziati, designer, filosofi, autori di fumetti, musicisti e scrittori saranno chiamati a coppie a dialogare tra loro e con il pubblico; concerti, danza e proiezioni cinematografiche animeranno Villa Caldogno nelle varie serate; ‘laboratori aperti’ offriranno a grandi e piccini la possibilità di esplorare il ‘piacere di far bene le cose’ sotto la guida di maestri autorevoli; e per concludere dolci degustazioni.

La rassegna vuole concentrare l’attenzione sulla riscoperta dei saperi pratici, sul loro rapporto con la cultura ed il territorio, sul gusto di far bene le cose in ogni campo, dalla tecnologia fino agli affetti familiari.

Le discussioni sullo sviluppo e l’innovazione rischiano talvolta di rimanere astratte, trascurando la dimensione del rapporto tra sapere e saper fare, tra conoscenza e abilità manuale. Un tema di particolare rilevanza per il territorio e la sua ricca tradizione, fatta anche di saperi pratici e tecnologici, dove in qualche occasione ancora si può provare la soddisfazione di una cosa ben fatta, “a regola d’arte”, appunto.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

MADE IN ITALY 110%

Posted on aprile 13, 2010. Filed under: Idee | Tag:, , , , , , , |

Pordenone, città creativa e all’avanguardia in diversi settori, sta per sbarcare anche nell’olimpo dell’alta moda, grazie a un giovane talento, che ha deciso di investire nella sua città e nella sua terra. Alberto Carlo Varnier Piotti, venticinquenne pordenonese, dopo gli studi di design della moda in una prestigiosa accademia milanese, si è da alcuni mesi laureato all’Università di Trieste con una tesi su Roberto Cappucci “L’alta moda diviene arte”.

Un’esperienza fatta nel settore tessile e nell’alta moda presso alcuni famosi atelier italiani, già da alcuni anni Varnier Piotti disegna e realizza in proprio abiti di alta moda e da sposa, oltre a cimentarsi con il design di alta gioielleria. L’occasione per una preview è stata data dalla festa di laurea durante la quale ha presentato le sue creazioni di gioielleria, realizzati in collaborazione con maestri orafi (del valore complessivo di 90 mila euro). E ora è al lavoro per preparare l’uscita ufficiale del proprio marchio “Alberto Carlo” a livello internazionale. Il debutto avverrà a all’ “Alta Moda Alta Roma” organizzata in luglio dalla Camera Nazionale della Moda. L’obiettivo è quello di creare un marchio globale per tutti i settori merceologici del lusso: dai profumi alle scarpe, dall’arredamento ai natanti, passando naturalmente dall’abbigliamento.

Così il giovane stilista fa rifiorire la storia della propria famiglia in questo settore e, in senso lato, anche quella di Pordenone, sede storica dell’industria tessile. Se alcuni suoi capi esclusivi sono già stati venduti tra Parigi, Mosca e il Libano, quello di Alberto Carlo Varnier Piotti è made in Italy al 100%, anzi made in Pordenone. L’80% degli artigiani nel settore stanno proprio tra Veneto e Friuli e il nostro stilista sta selezionando personale specializzato con buona manualità e passione, da inserire nell’organico della propria impresa fondata in società con la trevigiana Anna Maria Gava.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

A “media” strada tra giornalismo e arte

Posted on marzo 9, 2008. Filed under: Iniziative | Tag:, , , , , , |

Erano almeno due anni che sul mio indirizzo di posta elettronica continuavamo ad arrivarmi Newsletter di una Galleria d’arte, nel trevigiano, davvero piuttosto attiva: concerti, presentazione di libri, incontri d’arte, design, arte contemporanea. Insomma, nel suo piccolo, veramente, un motore per la cultura. Per due anni li ho osservati senza poterli conoscere e alla fine mi sono decisa.

E’ confortante sapere che, laddove le Amministrazioni non brillano per iniziative culturali, ci sono (alcuni) privati che almeno ci provano, come questa coppia di galleristi. In realtà, tra i due, solo uno è gallerista, l’altro è un collega, un giornalista, che ha messo la sua professionalità al servizio dell’arte e di sua moglie. 

Spero non me ne vogliano ma, la parte più interessante, da un punto di vista concettuale, dalla Galleria è … lo scantinato! Lì sotto non solo conservano una piccola ma interessante collezione di macchine per scrivere che mi auguro un giorno diventino oggetto di una mostra, ma c’è anche la base logistica della piccola casa editrice che hanno fondato e di molte altre attività a metà strada tra giornalismo e arte.

Non c’è che dire: il Nordest è tale anche quando, invece di una fabbrichetta di scarpe, c’è in gioco una galleria d’arte. 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Spazi Fuori(Biennale)

Posted on febbraio 16, 2008. Filed under: Arte, Artisti | Tag:, , , , , |

Se non fosse che a noi giornalisti, in un qualche modo, ci è impedito di fare classifiche di preferenza metterei nella Top 5 questo gruppo di ragazzi di Vicenza che si sono organizzati i loro spazi artistici FuoriBiennale.

E qui potrei sprecarmi in paroloni.

Ma la verità è che quella di Fuoribiennale, assieme al progetto che ci sta dietro (ovvero quello di fare rete tra arte, territorio e impresa) è davvero una realtà che mi ha colpito e affondato.

Gente giovane, capace, decisa. Insomma, mi hanno affascinato.

L’occasione per cui li ho conosciuti è stato un ciclo di incontri (Creative R’Evoluion, tuttora in corso) di veramente altissima qualità.

Io credo che ne sentiremo parlare a ben altri livelli da qui a qualche anno.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Ferro, Fuoco & Design

Posted on febbraio 2, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , |

Ve l’avevo promesso. Ecco ritrovati i ragazzi di Officine Artistiche di Treviso.

Oggi vi faccio conoscere Giovanni Casellato, un giovane architetto che ha deciso di usare la sua professionalità in modo originale, prendendo spunto dalla fucina (non esagero!) di suo nonno. La sue opere consistono in sculture e arredamento “alternativo” in cui l’elemento più sfruttato è il metallo. Ma, a differenza di tante altre cose che vedo in giro, io, uno dei suoi pezzi, me lo metteri volentieri in casa. 

Per vedere cosa combina Giovanni, questo è il suo sito è http://www.casellatodesign.it/

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...