Artisti

VENEZIA MAN(N)ARA

Posted on novembre 30, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , , , , , |

manara-venezia

<!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>
/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

Leggevo un’intervista a Milo Manara sul Gazzettino Illustrato in cui l’artista racconta i suoi prossimi progetti e alcuni sogni nel cassetto tra cui una possibile Biennale del Fumetto proprio nel capoluogo lagunare.

La boutade è di quelle grosse: una Biennale che avrebbe Hugo Pratt come nume tutelare. Amanti o meno del fumetto d’autore, è una prospettiva che ci fa respirare atmosfere di sognanti utopie culturali. Mentre i “grandi”progettano, noi aspettiamo, usando come palliativo di lusso “Nuovi Sogni”, il prossimo allestimento alla Fondazione Quercini Stampalia, evento di punta delle prima edizione della Rassegna Venice Comic Art Festival.

Per Nuovi Sogni Milo Manara ha realizzato appositamente molte opere, tra cui due quadri ad olio della serie del Pittore e la modella, uno ispirato a Tiziano “per la capacità di trasmettere quella sensualità profondamente veneziana”, l’altro a Paolo Veronese “allo spirito edonistico e libero che incarna”.

Diversamente da un’antologica, tutte le opere esposte sono inedite e quindi si potrà vedere tutto quello che in questo momento sta bollendo in pentola. Fumetti come Borgia, scritto con Jodorowsky e Pandora, scritto con Vincenzo Cerami (che saranno pubblicati in Italia solo l’anno prossimo). Ci sarà anche una parte del grande lavoro fatto per Dino De Laurentis per il film di Barbarella e le anticipazioni grafiche per il progetto di un film che è ancora in piedi sull’Odissea.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

MALAZETA, O IL TEATRO DEL SILENZIO

Posted on novembre 14, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , , , , , |

malazeta

 

Questa sera al Cafè Au Livre di Padova (un giorno forse mi prenderò del tempo per illustrarvi uno dei miei locali preferiti) va in scena Dio Era Tra Noi, il musical tratto da “Se Questo è un uomo” e “I Sommersi e Salvati” di Primo Levi. Sullo sfondo di tematiche che ricordano la tragicità dell’olocausto, il gruppo Indie/Rock dei  Malazeta e MUK, l’attore sordo (e amico) Antonio Pellegrino interagiranno in un esperimento di musical accessibile.

L’attore sordo è al centro della comunicazione, e la arricchisce con un contributo che rinforza per tutti il coinvolgimento nello spettacolo. Con la sua presenza infatti la musica, oltre ad essere suonata, viene narrata anche visualmente mescolando le performance del LIS (la Lingua Italiana dei Segni, usata appunto da Antonio Pellegrino) a quella del raccontastorie-udente a voce.

L’esibizione così acquisisce una dimensione “visual / musical”, tra musica e teatro: il messaggio viene narrato a voce per gli udenti e vibrato visivamente in LIS per sordi e udenti.

Le ovvie differenze tra lingua visiva e lingua uditiva si annullano e rimane solo il messaggio.

La doppia accessibilità non limita, non impedisce, non prosciuga la comunicazione. Al contrario, consente all’autore e a tutti i fruitori, senza discriminazioni, di approfondire la comprensione del messaggio.

Risultato: i sordi percepiscono e vedono, gli udenti vedono e ascoltano: ognuno agisce ed è agito dai propri sensi.

Questa sera sarà probabilmente anche l’ultima esibizione di Antonio – che per fari motivi professionali seguirà d’ora in poi tutt’altro. Mi ha pure spedito una mail con delle parole bellissime:

“(…) un ringraziamento particolare a tutti i miei fan, amici, critici che hanno assistito e condiviso con me le emozioni che vi ho donato con le mie mani, con il mio corpo e con la mia anima artistica”.

 

Ciao Antonio, e grazie a te.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Il mistero di una notte di Spose

Posted on settembre 28, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , , |

Solo nel post di oggi sono in grado di svelare un mistero di qualche notte fa, quando Gino Tocchetti, in giro per Padova, ha visto – io credevo “pensasse di aver visto” – una sposa di mezzanotte seguita da un corteo di testimoni ombrelluti. Una visione, appunto.

E invece no! Mi sono informata. Ed è davvero probabile, se non certo, che le pupille di Gino – e di altre decine di astanti – abbiano assistito ad un lavoro artistico di azione sul territorio promosso dal Progetto Giovani del Comune di Padova.

In questi giorni i ragazzi dell’Archivio Giovani Artisti Italiani sta dando vita ad una serie di performance di danza urbana dal titolo “Intervallo: Pausa –  l’arte occupa nuovi spazi”.

Nell’ultima settimana e fino al prossimo 8 ottobre dei gruppi di danza urbana compariranno e scompariranno a sorpresa tra la gente del Listòn cercando di sorprenderla, o quanto meno, di creare  uno “scompiglio positivo” tra i curiosi. L’obiettivo è proprio quello di creare uno scarto nelle dinamiche spesso alienanti della folla per offrire un altro punto di vista sulle architetture di vita della città.

Il progetto artistico alla base di questa iniziativa si fonda sui linguaggi delle arti performative (danz, musica, teatro) per creare ambienti diversi, esplorazioni,  e corrispondenze emotive e sensoriali tra la gente e i paesaggi.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 1 so far )

Altri talenti dalla provincia

Posted on aprile 29, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , , |

Una piccola mostra di alcuni amici disabili che si è tenuta a Piove di Sacco.

Sono stati davvero gentili perchè sono venuti all’esposizione solo per me e per realizzare questo servizio. Io rendo loro il favore mettendo on line le loro fatiche artistiche e ricordando a tutti di andare a visitare l’interessante portale di “Disabili.com” (ciao Valentina!!), e in modo particolare la sezione che riguarda gli artisti disabili: http://www.disabili.com/content.asp?L=1&idMen=181

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Golden Slumbers fill your eyes

Posted on aprile 12, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , |

“Mi domando da dove vengano queste ombre colorate che ogni tanto accendono la mia mente, cosa mi spinge a tentare di dare forma e pienezza a ciò che a volte temo sia un puro fantasma.”

Quando sono gli stessi artisti che definiscono la propria arte, non trovo ci sia molto senso ad aggiungere anche una mia definizione personale.
In questo caso è lo stesso Claudio Olivieri che spiega se stesso, in uno dei tanti libri e cataloghi che ha accettato di scrivere.

Devo ammettere che è un autore che mi piace ma le quotazioni delle sue opere sono veramente esagerate. Credo ci siano pochissime tele – visibili nel filmato – che scendano sotto i 40 mila euro… E poi dicono che gi artisti sono squattrinati! 

 p.s. il titolo? Un premio speciale a chi indovina la citazione!!!

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Sale sulla tela

Posted on aprile 8, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , |

Forse gli artisti emergenti del Nordest non sono così messi male. A me è piaciuta questa ragazza, Elisabetta, che nelle sue tele impasta creatività, colori e materia, creando opere da toccare.  Durante l’intervista si è emozionata parecchio, ma quando le ho chiesto di motivare le sue scelte artistiche l’occhio è diventato vigile e la lingua si è sciolta. Quindi la cifra stilistica c’è.

 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Battaglia per una mostra

Posted on marzo 13, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , , , , , |

Finalmente lo scrivo. Riuscire a mandare in onda questo servizio è stata un’impresa. Non per la disponibilità degli intervistati. Bensì per il concetto di cosa sia lecito mandare in onda e cosa no.

Diego Domenico Testolin, l’artista in questione, è un giovane di talento, un illustratore, che ha scelto di seguire un progetto di ricerca stilistica e tametica molto personale, per non dire unica: la scena del crimine. E questo non solo sull’onda del successo di serie come CSI, etc. etc. ma perchè nella vita di tutti i giorni il suo lavoro è uno dei più singolari: illustratore di identikit per la Polizia.

E’ naturale che le opere proposte da Testolin siano naturalmente crude e forti, ispirate alla violenza che, per lavoro, è costretto a vedere quasi ogni giorno. E così nelle sue tele graffianti ci sono gli occhi spenti di una prostituta uccisa, oppure i corpi senza vita di giovani donne, e ancora, arti mutilati e tanto dolore. Sono lavori forti, dalle pennellate vischiose, che colpiscono, che amozionano, che disturbano, che si attaccano all’anima di chi vede e forse per questo non sono opere per tutti.

Ecco perchè in redazione, durante il montaggio del pezzo, c’è stata anche una piccola discussione sul fatto che fosse  corretto mettere in onda “certe immagini crude”.

Ebbene io in queste opere non ho visto alcuna sconvenienza. Pur ammettendone la forza inusuale, ci ho intravisto, oltre all’orrore, anche la vita, la restituzione, attraverso il colore e la perizia del segno, della dignità di corpi forse rimasti senza nome. Come un omaggio artistico a tutte quelle vittime di una violenza cieca e barbara che solo Testolin ha potuto conoscere. Poi, a voi il giudizio se sia arte. A me sembra di si. 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Le matite colorate

Posted on febbraio 27, 2008. Filed under: Artisti | Tag:, , , , |

Solo donne. Solo bravissime. Solo molto colorate. E molto internazionali. Sono loro le “matite” che hanno riempito di illustrazioni decine di fogli di questa mostra itinerante che è partita da Napoli mesi fa e ora è approdata a Venezia.

Purtroppo parte delle mostra era male illuminata e non è stato possibile riprenderla con interezza.

Particolare interessante dell’esposizione è che ogni illustrazione era dotata di una piccola didascalia in cui venivano elencati sia l’autrice, sia il personaggio femminile rappresentato. Dettaglio non trascurabile dal momento che decine di illustratrici hanno disegnato decine di donne importanti e tutte diverse tra loro e… beh.. le donne che hanno fatto la storia sono veramente tante!!!  

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Spazi Fuori(Biennale)

Posted on febbraio 16, 2008. Filed under: Arte, Artisti | Tag:, , , , , |

Se non fosse che a noi giornalisti, in un qualche modo, ci è impedito di fare classifiche di preferenza metterei nella Top 5 questo gruppo di ragazzi di Vicenza che si sono organizzati i loro spazi artistici FuoriBiennale.

E qui potrei sprecarmi in paroloni.

Ma la verità è che quella di Fuoribiennale, assieme al progetto che ci sta dietro (ovvero quello di fare rete tra arte, territorio e impresa) è davvero una realtà che mi ha colpito e affondato.

Gente giovane, capace, decisa. Insomma, mi hanno affascinato.

L’occasione per cui li ho conosciuti è stato un ciclo di incontri (Creative R’Evoluion, tuttora in corso) di veramente altissima qualità.

Io credo che ne sentiremo parlare a ben altri livelli da qui a qualche anno.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( 2 so far )

Le foto jazz di Giac Casale

Posted on febbraio 7, 2008. Filed under: Artisti, Mostre | Tag:, , , , , , |

Prima che vi poniate tante domande la riposta è “si”. E’ proprio lui. E’ proprio il padre di Rossana Casale. E  – surprise, surprise – è un artista anche lui! Un fotografo, per la precisione. Ma non uno di quelli normali. Troppo facile.

La sua è una ricerca incessante, portata avanti nel corso degli anni, e giocata attorno alla luce, agli obbiettivi (nel senso fotografico del termine) e della musica.

Tra l’altro è una persona squisita. E’ stata l’unica persona che abbia mai intervistato a premurarsi di confermare l’appuntamento per telefono e personalmente!! E’ stato tanto carino, anche durante l’incontro: era tutto soddisfatto dell’intervista e, allo stesso tempo tutto mortificato che l’illuminazione per le sue opere non fosse perfetta…

In effetti riprendere delle foto con il vetro davanti è sempre piuttosto complicato. Ma Simone, anche questa volta, è stato un grande.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

« Articoli precedenti

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...