MADE IN ITALY 110%

Posted on aprile 13, 2010. Filed under: Idee | Tag:, , , , , , , |

Pordenone, città creativa e all’avanguardia in diversi settori, sta per sbarcare anche nell’olimpo dell’alta moda, grazie a un giovane talento, che ha deciso di investire nella sua città e nella sua terra. Alberto Carlo Varnier Piotti, venticinquenne pordenonese, dopo gli studi di design della moda in una prestigiosa accademia milanese, si è da alcuni mesi laureato all’Università di Trieste con una tesi su Roberto Cappucci “L’alta moda diviene arte”.

Un’esperienza fatta nel settore tessile e nell’alta moda presso alcuni famosi atelier italiani, già da alcuni anni Varnier Piotti disegna e realizza in proprio abiti di alta moda e da sposa, oltre a cimentarsi con il design di alta gioielleria. L’occasione per una preview è stata data dalla festa di laurea durante la quale ha presentato le sue creazioni di gioielleria, realizzati in collaborazione con maestri orafi (del valore complessivo di 90 mila euro). E ora è al lavoro per preparare l’uscita ufficiale del proprio marchio “Alberto Carlo” a livello internazionale. Il debutto avverrà a all’ “Alta Moda Alta Roma” organizzata in luglio dalla Camera Nazionale della Moda. L’obiettivo è quello di creare un marchio globale per tutti i settori merceologici del lusso: dai profumi alle scarpe, dall’arredamento ai natanti, passando naturalmente dall’abbigliamento.

Così il giovane stilista fa rifiorire la storia della propria famiglia in questo settore e, in senso lato, anche quella di Pordenone, sede storica dell’industria tessile. Se alcuni suoi capi esclusivi sono già stati venduti tra Parigi, Mosca e il Libano, quello di Alberto Carlo Varnier Piotti è made in Italy al 100%, anzi made in Pordenone. L’80% degli artigiani nel settore stanno proprio tra Veneto e Friuli e il nostro stilista sta selezionando personale specializzato con buona manualità e passione, da inserire nell’organico della propria impresa fondata in società con la trevigiana Anna Maria Gava.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

La via della seta a Pordenone

Posted on ottobre 5, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , |

L’Oriente è un argomento sempre più attuale e interessante, non bastasse il richiamo esercitato dalle Olimpiadi di Pechino che, in forma paralimpica, sono ancora in svolgimento. Il brulicare di convegni, incontri, mostre, attività, manifestazioni ed eventi sull’Oriente è sintomo della curiosità con cui la gente si rivolge a questo angolo di mondo, per noi europei davvero remoto e contrapposto, dunque ancor più misterioso e affascinante. La mostra “La via della seta – dal Mediterraneo all’Asia Centrale” è sintomo del grande interesse verso la civiltà asiatica e naturale prosieguo di un itinerario culturale intrapreso con l’esposizione intitolata “La via della seta e la Cina” ospitata l’anno scorso a Villa Varda.

Una mostra legata anche ad momento storico e culturale particolare per l’Asia, soprattutto per la Cina con le sue imprese olimpiche organizzative e sportive. Organizzata dal Comune di Brugnera in coedizione con la Provincia, l’esposizione sarà visitabile fino al 16 novembre a Villa Verla.

La scorsa mostra, dedicata alla Cina, registrò 8300 presenze in 2 mesi. Questa, grazie al materiale proveniente dalla vasta collezione di Adamo Covre, rispecchia un mondo completamente diverso, meno raffinato di quello del popolo cinese e pressoché sconosciuto. Le opere partono dal 1700 per arrivare ad oggi, presentando un’interessante e ampia carrellata di usi, tradizioni e abitudini di popoli asiatici – quali le tribù nomadi – che è impossibile da vedere in una sola mostra. Esplora infatti un Oriente che è quasi ancora Europa, come l’Anatolia, per poi entrare nelle terre mediorientali, sede delle più antiche civiltà, luogo della Genesi biblica. Quindi il Kirghizistan, l’Uzbekistan e il Turkmenistan, per poi giungere alle steppe della Mongolia e all’incrocio tra religione islamica e civiltà indiana del Pakistan.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...