La via della seta a Pordenone

Posted on ottobre 5, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , |

L’Oriente è un argomento sempre più attuale e interessante, non bastasse il richiamo esercitato dalle Olimpiadi di Pechino che, in forma paralimpica, sono ancora in svolgimento. Il brulicare di convegni, incontri, mostre, attività, manifestazioni ed eventi sull’Oriente è sintomo della curiosità con cui la gente si rivolge a questo angolo di mondo, per noi europei davvero remoto e contrapposto, dunque ancor più misterioso e affascinante. La mostra “La via della seta – dal Mediterraneo all’Asia Centrale” è sintomo del grande interesse verso la civiltà asiatica e naturale prosieguo di un itinerario culturale intrapreso con l’esposizione intitolata “La via della seta e la Cina” ospitata l’anno scorso a Villa Varda.

Una mostra legata anche ad momento storico e culturale particolare per l’Asia, soprattutto per la Cina con le sue imprese olimpiche organizzative e sportive. Organizzata dal Comune di Brugnera in coedizione con la Provincia, l’esposizione sarà visitabile fino al 16 novembre a Villa Verla.

La scorsa mostra, dedicata alla Cina, registrò 8300 presenze in 2 mesi. Questa, grazie al materiale proveniente dalla vasta collezione di Adamo Covre, rispecchia un mondo completamente diverso, meno raffinato di quello del popolo cinese e pressoché sconosciuto. Le opere partono dal 1700 per arrivare ad oggi, presentando un’interessante e ampia carrellata di usi, tradizioni e abitudini di popoli asiatici – quali le tribù nomadi – che è impossibile da vedere in una sola mostra. Esplora infatti un Oriente che è quasi ancora Europa, come l’Anatolia, per poi entrare nelle terre mediorientali, sede delle più antiche civiltà, luogo della Genesi biblica. Quindi il Kirghizistan, l’Uzbekistan e il Turkmenistan, per poi giungere alle steppe della Mongolia e all’incrocio tra religione islamica e civiltà indiana del Pakistan.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...