LA PRIMA FESTA DEL LIBRO EBRAICO

Posted on aprile 14, 2010. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , , , |

Siamo un po’ “fuori” dal terriorio abituale di ingerenza del Blog ma l’iniziativa mi piace davvero tanto.

Dal 17 al 21 aprile, intorno a quella che sarà la più completa libreria ebraica italiana, Ferrara propone la prima “Festa del libro ebraico in Italia”. Epicentro della manifestazione l’ex Convento di San Paolo, ma iniziative e itinerari coinvolgeranno tutto il cuore storico della città estense.

A promuoverla è il MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, un’istituzione operante a Ferrara dal 2008, che ha tra i suoi scopi quello di far conoscere la cultura dell’ebraismo italiano e di organizzare manifestazioni attinenti a questo tema.

La manifestazione, dedicata al rapporto speciale che gli ebrei hanno con i libri, sarà caratterizzata da molteplici iniziative: concerti, tavole rotonde con illustri partecipanti, incontri con decine di autori di opere, le più varie e di respiro internazionale, dedicate alla storia, alla tradizione e alle testimonianze ebraiche.

Perché un dato è certo: sul mercato librario vi è una presenza senza precedenti di testi di autori ebrei o dedicati all’ebraismo: il tema da argomento di nicchia si è trasformato in una presenza costante e molto diffusa. Né si tratta più solo dei grandi scrittori e intellettuali senza i quali la cultura del Novecento resterebbe incomprensibile: Freud, Kafka, Einstein, Joseph Roth, Buber, Singer, Primo Levi, e molti altri. Sono ormai imprescindibili anche nomi di autori viventi: Wiesel, Gordimer, Oz, Yehoshua, Grossman, Safran Foer, per citarne solo alcuni, ma gli esempi sarebbero innumerevoli.
Nella Festa il rapporto speciale del mondo ebraico con il libro è incorniciato da due poli: una mostra e una grande libreria specializzata.
Nel Salone d’Onore del Municipio di Ferrara sarà allestita una raffinata esposizione di opere rare della storia dell’editoria ebraica: incunaboli, cinquecentine, edizioni rare dei secoli più recenti. La mostra, che inaugura in occasione della Festa, rimarrà aperta al pubblico sino al 30 aprile.

L’ampio e suggestivo chiostro di S. Paolo ospiterà invece , per l’intera durata della Festa, una grande libreria: oltre 1500 titoli, in pratica tutto ciò che l’editoria italiana ha in catalogo di autori ebrei o di temi ebraici.

Durante la Festa, in varie sedi, ci saranno numerosi incontri e dibattiti su ambiti diversi: letteratura, filosofia, beni culturali, cultura rabbinica; ma anche su grandi temi storici: le radici dell’antisemitismo, il fascismo, la Shoah.

Annunci
Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Anne Frank a Verona

Posted on aprile 11, 2010. Filed under: Mostre | Tag:, , , , , , , , |

Si è aperta a Palazzo Forti di Verona questo fine settimana  la mostra internazionale itinerante Anne Frank – Una storia attuale, che racconta la persecuzione degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso la biografia di Anne Frank. Le fotografie, in gran parte inedite, le immagini e le citazioni delle pagine del diario di Anne fanno emergere le condizioni in cui una famiglia ebrea fu costretta a vivere durante il periodo nazista.

Nella mostra, ideata e prodotta dalla Fondazione Anne Frank di Amsterdam, saranno esposti alcuni pannelli relativi al periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale, nei quali l’attenzione si focalizza sull’attività dei Tribunali Internazionali e sulla difesa dei diritti umani.

La storia di Anne rappresenta il filo conduttore dell’esposizione, che è suddivisa in cinque periodi. 1929-1933: i primi quattro anni di vita di Anne, l’ascesa del Partito Nazionalsocialista in Germania ( Temi: il nazionalismo e la ricerca del capro espiatorio); 1933-1939: la fuga in Olanda della famiglia Frank – l’espulsione degli ebrei dalla Germania e la loro persecuzione (Tema: la “pulizia etnica”); 1939-1942: l’inizio della persecuzione degli ebrei (Tema: il coraggio civile); 1942-1945: il periodo di clandestinità dei Frank nell’alloggio segreto, il diario di Anne e la deportazione (Tema: la Shoah); dal 1945 a oggi: le reazioni alla pubblicazione del diario e la società del dopoguerra (Temi: i diritti umani e le responsabilità individuali nel mantenimento della democrazia).

La mostra rimarrà aperta fino al 13 giugno.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...