La scrittrice che venne dal freddo

Posted on giugno 7, 2008. Filed under: Arte | Tag:, , , , , |

In Svezia, appena una scrittrice di libri per bambini vende poco più del lecito, si grida subito alla nuova Astrid Lindgren.  E’ successo anche con Inger Lindhal, splendida ultra quarantenne svedese alle sue prime prove da scrittrice e che ha inventato un piccolo ometto di carta, Zigge.

La particolarità di questo personaggio è che non è per niente particolare. E’ solo un bambino, come tanti altri. Anzi, pure un po’ pauroso. Forse è proprio questa normalità, usata come baluardo in mezzo ad un mondo – quello dei bimbi – in cui si pretendono sempre più eccezionalità. In poche parole è un libro che piace ai bambini perchè ha un livello di complessità, temi e ritmi adatto ai più piccoli.

A parte la collana di libri su Zigge, che consiglio solo a chi ha figli, nipoti, ecc. quello che mi ha colpito di questa donna è stata la versatilità, l’intelligenza e la pazienza che ha avuto nel rispondere alle domande delle studentesse di Scienze della Formazione, a cui ha fatto lezione per due ore, arricchendo il racconto della sua esperienza di scrittrice con momenti di riflessione sullo stato dell letteratura per l’infanzia.

 

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Un gatto racconta … il Papa

Posted on febbraio 18, 2008. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , |

Di questo libretto si è parlato nei mesi scorsi in lungo e in largo. Evidentemente ha colpito la fantasia dei colleghi giornalisti e del pubblico. Del resto, si sa, quando si parla del Papa tutto fa notizia, anche quando la notizia è che a Joseph Ratzinger piacciono i gatti. In modo particolare uno, un micione rosso di nome Chico.E per una volta a raccontare la vita del Santo Padre non sono stati eminenti biografi ma un semplice gattone bavarese che ha narrato la sua storia e quella del suo “amico Joseph” grazie alla penna esperta di Jeanne Perego.Puntuale il libro è arrivato sulla mia scrivania (grazie Cristina!).Non solo è un bel prodotto editoriale (impaginazione, illustrazioni, ecc.), ma anche la storia è gradevole e, ci tengo a rassicurare i più scettici, non è per niente virata su temi religiosi, anzi. Nota meta-bibliografica.Quando ho intervistato Jeanne Perego, autrice di questo libretto dolce e simpaticissimo, la fama della pubblicazione era ad un tale livello che la povera Jeanne era confusa da tanta improvvisa attenzione globale nei confronti della sua piccola fatica letteraria.“Mi sono capitate in casa le troupe delle tv di mezza Europa e io dovevo mettere a posto il giardino”, era il maggiore cruccio della modesta Jeanne.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...