IL CONFINE DENTRO

Posted on marzo 12, 2009. Filed under: Letteratura | Tag:, , , , , , |

Per cercare di capire e per promuovere una reciproca comunicazione, il Corecom Friuli Venezia Giulia, che da anni segue la realtà transfrontaliera, ha promosso un intervento di arte pubblica e relazionale intitolato “microstorie affollano il confine” che si è svolto nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre 2008.

Lo scopo era quello di indagare in chi è nato e vissuto con il “confine dentro”, la percezione del crollo della cortina di ferro e della nuova situazione di apertura dei confini, frutto della comune adesione all’Unione Europea.

Il progetto “microstorie affollano il confine” è stato sviluppato dagli artisti triestini Roberta Cianciola e Massimo Premuda che hanno investigato su ricadute ed abitudini della popolazione transfrontaliera dopo la caduta del confine fra Italia e Slovenia, cercando di “ripopolare”, per un intero mese tra luglio ed agosto, l’area ormai dismessa del valico di Confine di Rabuiese con “microinterviste” alla gente che vive il confine.

Tutte queste testimonianze raccolte sono diventate un evento pubblico che verrà presentato a Lubiana in un progetto espositivo che riunisce le maxifoto dell’installazione di arte pubblica allestita sul valico e le video-interviste dei protagonisti e he rimarrà aperto al pubblico fino al 1° aprile all’Istituto Italiano di Cultura in Slovena.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Le frontiere est(erne) del cinema italiano

Posted on marzo 11, 2008. Filed under: Cinema | Tag:, , , , , |

Un bel tema e un bel libro scritto da Alessandro Cuk che, per rilasciarmi questa intervista, mi ha accolto a casa sua, nel suo salotto, nel suo studio, a Spinea, nella provinia veneziana.

Le frontiere sono quelle dell’Est, di quell’Italia cinematografica un po’ dimenticata che solo negli ultimi anni è stata rivisitata. Istria, Trieste, Slovenia, Gorizia… sono territori dell’anima prima che del suolo ma ben pochi registi si sono soffermati a dipingere questa situazione sulla pellicola. Eppure il filone tematico è ricchissimo, tanto che c’è un festival (in Sicilia, a Marzamemi) che da anni raccoglie le testimonianze artistiche di registi e sceneggiatori da tutto il mondo che si cimentano sul concetto di “confine”. 

Purtroppo il confine tutto italiano del Friuli Venezia Giulia è ancora poco gettonato come scelta produttiva. Ecco perchè secondo me questo libro permette di recuperare – almeno a livvello di curiotià personale – una fetta della storia del cinema italiano che fatica a tornare.

Leggi l'articolo intero | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...